25/10/10

Roulette russa

Avrò sentito un milione di volte la frase Non puoi sostituirti a dio. Ok ma perché? E' evidente che chiunque possa fare meglio il suo lavoro (di sicuro non peggio).
Il problema è puramente etico, il fatto di poter decidere di interrompere una vita oppure no non spetta all'uomo. E via con la girandola di polemiche su eutanasia, pena di morte, ergastoli, legittima difesa, lapidazioni e conseguenti dibattiti nei talk show peggiori di Caracas con Alda D'Eusanio, Cristiano Malgioglio e Pippo Baudo (Non puoi sostituirti a Pippo Baudo).

Dopo aver letto Ninna Nanna di Palahniuk, però, ho sempre avuto (e sempre avrò) la convinzione che sarei un perfetto giudice per la vita/morte altrui.
Per esempio se avessi a mia disposizione una 44 magnum (e magari un caso Scorpio) non avrei dubbi su chi premere il grilletto.

Primo proiettile: il papa. Ma non il papa Ratzinger (cioè per lui anche un caricatore pieno) ma il papa come figura stupida, inutile, obsoleta, sorpassata, simbolo dell'ignoranza e della disperazione dei popoli. Per liberare tutte quelle povere persone che lo seguono perchè non hanno altro a cui appendersi per sopravvivere.

Secondo proiettile: i direttori dei giornalisti del dolore. Non me la sentirei di sparare a chi ha dormito 2 mesi a Cogne nella speranza di poter intervistare un cinghiale amico della Franzoni, alla fine il lavoro è lavoro. Ma chi ce li ha mandati sì, un bel buco sulla testa. Se possibili mettere dietro di loro il direttore di una testata scandalistica così da prendere due piccioni con 700 gr di proiettile.

Terzo proiettile: Bogdanov. Come non menzionare l'emblema della violenza negli stadi? E' lui, e tutti quelli come lui, che hanno rovinato lo sport più bello del mondo, che hanno dato la forza al calcio in tv, che hanno costretto Maroni ad inventarsi la Tessera del Tifoso (ok è un'idiozia ma qualcosa andava fatto, non si poteva rimanere con le mani in mano). Voglio essere processato in Italia dove ho anche la televisione ok maledetto ciccione però se sei colpevole ti spacco la testa con un cric! Ah no, c'è il proiettile...

Quarto proiettile: il sig. Evasore Fiscale. E per evasore non intendo Signora non le faccio lo scontrino del caffè bensì quelli Che bello ho guadagnato 500 triliardi di dollari ma ne dichiaro solo 3 così pago meno tasse e posso pulirmi il culo col denaro che risparmio. In questa categoria vengono rappresentati anche i politici e gli sportivi (capito Valentino Rossi? Non te la cavi con una multa pezzo di merda che guadagni più di chiunque altro e non hai manco voglia di pagare le tasse minchia ti metto le mani addosso maled*!#"? ).

Quinto proiettile: Enrico Varriale (vorrei menzionare anche gli altri giornalisti sportivi di serie B ma l'unico che poteva scalzarlo dalla vetta del "peggiore" era Tosatti e tutti sappiamo dove si trova ora: dove merita!)

Sesto proiettile: Wanna Marchi e tutte quelle persone che sfruttano l'ignoranza e la disperazione della gente. Sì lo so che il bersaglio è molto simile a quello del primo proiettile però queste persone non hanno 2000 anni di bugie alle spalle: diamo il merito alla religione che ci prende per il culo da molto più tempo.

E' naturale che il proiettile sia una metafora (maledetto porto d'armi obbligatorio) però quanto si vivrebbe meglio senza queste persone?
Ecco sì, se mi sostituissi a dio le cose andrebbero meglio.

Cercasi sostituto di cristo, disponibile a crocifissioni, max 32 anni. No perditempo.

15 commenti:

  1. Geniale :-) Cmq io sono Dio, il fatto è che non mi rinnovano il porto d'armi ;-)

    RispondiElimina
  2. questa è bellissima compare...mi sento male!

    RispondiElimina
  3. Porca zozza, sono fuori tempo massimo per superati limiti d'età!
    E' ingiusta questa discriminante!!

    RispondiElimina
  4. se al quinto colpo ti sbagli e colpisci Salvatore Bagni va bene lo stesso

    RispondiElimina
  5. Ragno tutto bene.. non hai menzionato balotelli... ci dobbiamo preoccupare ??

    :-)

    RispondiElimina
  6. Non sono d'accordo col proiettile a Wanna Marchi.

    RispondiElimina
  7. Non oso immaginarti con un AK47...

    RispondiElimina
  8. l'omicidio è un'ottimo sostituto del suicidio.

    RispondiElimina
  9. Allora, se non pensi che commentare equivalga a una risposta all'annuncio in coda commento, altrimenti me ne vado.

    Alla tua lista aggiungerei, a buon peso:
    - quelli che prendono il Suv per andare dal panettiere
    - quelli che o lavori in nero o te ne vai a casa, ciccio
    - quelli che non gliene frega un cazzo

    Cioè, voglio dire: per fortuna io e te non siamo Dio. Altrimenti il problema della sovrappopolazione mondiale sarebbe risolto, ecco.

    RispondiElimina
  10. "Sicuramente ci sono alcuni più responsabili di altri che dovranno rispondere di tutto ciò; ma ancora una volta, a dire la verità, se cercate il colpevole, non c'è che da guardarsi allo specchio."

    RispondiElimina
  11. Dio sono io e sparo a chiccazzo mi pare!

    @Christian: per bagni è pronta la ghigliottina

    @Aitor: è fuori dalla mia giurisdizione, non ci parlo più con quel bastardo

    @Patà: per marchionne servono i proiettili d'argento

    @SCIUSCIA: wanna marchi se lo merita perchè lucrare sulla disperazione della gente è veramente da stronzi (nonostante io sia della corrente di pensiero che l'ignoranza sia da condannare)

    @Silas: "quelli che non gliene frega un cazzo" è veramente troppo: rimaniamo in 10...

    @Francesco: dio non si riflette nello specchio

    RispondiElimina
  12. Dunque, il punto è che Wanna Marchi lucra suglia coglionaggine, proprio come Berlusconi e la Chiesa. Siamo certi di voler provare pietà per i fan di berlusconi e per i cattolici?

    RispondiElimina
  13. No vabbè il fatto è che se vai da wanna merda perchè per vincere 1000 euro o perchè la tua lei si scopa un africano di 2 metri sei un coglione.
    Se però ti dicono che hai un mese di vita per un male incurabile e non esiste niente che tu possa fare, le provi tutte caro mio...anche i maghi...

    RispondiElimina
  14. Prima di dare 1000 euro a Wanna Marchi/Prete/Silvio, lì dò ad uno osteopata.

    Che, male che va, almeno ci si paga il weekend a Sharm.

    RispondiElimina

Licenza Creative Commons
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons