22/05/12

Continuate a pregare

Ieri avrei voluto scrivere un divertentissimo quanto scontatissimo post sulle donne farcito di luoghi comuni, qualunquismi e Lando Buzzanca che fa le scorregge con l'ascella.
Avrei voluto ma non ce l'ho fatta.
Prima Brindisi, poi Finale Emilia.
Il terremoto non è una tragedia, è un brutto sogno dal quale sarà difficile svegliarsi. Ma ce la faranno perchè gli essere umani sono fottutamente forti e determinati.
Quello che è successo a Brindisi è un incubo. Un incubo dal quale i genitori di Melissa non potranno mai svegliarsi.

Prima il dolore e la disperazione, poi la rassegnazione. Ora la rabbia. Soprattutto adesso che la figura, quantomeno del mandante, è piuttosto chiara.
Qual'è il desiderio? Piantargli un proiettile in testa. Senza troppi processi, senza malattie psichiche o meno, senza valutare chi o cosa l'abbia spinto a fare quello che ha fatto.
Ucciderlo, perchè quello che merita la gramigna è l'estirpazione. Non si debella, non c'è modo di ridurre la sua potenza d'infestazione. La si deve strappare dalla terra e gettarla, poi continuare a scavare per uccidere gli eventuali resti che potrebbero procreare.

Il papa ha detto di pregare. Senz'altro un bel consiglio: fare qualcosa di inutile per combattere un gesto violento e omicida. Grazie papa, andremo senz'altro a pregare il tuo dio che fa crollare case e uccide operai che stanno lavorando così da farci prendere ancora un po' per il culo.

Sono arrabbiato. Sono triste e arrabbiato perchè questa, forse, è l'ingiustizia più grossa alla quale abbia mai assistito. E' il gesto più deplorevole della mia (breve) vita. E' qualcosa che esula dalla politica, dagli ideali. E' peggio della strage in Norvegia, è più terribile, paradossalmente, del Massacro della Columbine.

Non vedo l'ora che l'assassino venga preso. Non vedo l'ora di guardare in faccia l'avvocato che lo difenderà nonostante le prove siano schiaccianti (sperando che lo siano).
Non vedo l'ora, così potrò incazzarmi.

Qual'è il punto? La pena di morte è giusta.
Punto.

18 commenti:

  1. Ti comunico ufficialmente che, in merito a Brindisi, il solito balletto è già cominciato: telecamera, indizi importanti, italiano, altezza media, lieve difetto ad una mano, individuato...
    Rilasciato, non è lui.
    Da oggi stesso la sua faccia sarà disponibile sui programmi di intrattenimento, la sua versione dei fatti raccontata e adeguata alle domande dei 'giornalisti'. Probabilmente si tratta di un poveraccio, che d'ora in poi poveraccio non sarà più, grazie ai gettoni di presenza.
    Mi sarebbe piaciuto darti una compressa di bromuro per calmarti, invece credo avrai modo di incazzarti vieppiù mano a mano che andiamo avanti.
    Ciao, buona giornata (non lo sarà, ma l'augurio è d'obbligo).

    RispondiElimina
  2. ...e bruno vespa ha già pronto un plastico.... sappiatelo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah!!! Aspettando porta a porta....

      Elimina
  3. opterei per una morte raffinata, cominciando con l'estirpazione della pelle, continuando attraverso il taglio di un dito al giorno, passando poi dal cazzo e arrivando agli arti.
    Lasciare poi quello che resta in pasto ai topi, restando a guardare.

    RispondiElimina
  4. "IL TUO DIO CHE FA CROLLARE CASE E UCCIDE OPERAI"

    Mi chiedo quando la smetteremo di credere che è Dio il fautore di queste tragedie? Siamo sempre e solo noi.

    RispondiElimina
  5. come potrebbe essere dio l'autore di queste tragedie? tanto vale pensare che il responsabile possa essere Pluto. O Shrek. Insomma, una qualsiasi cosa altrettanto inverosimile di un qualsiasi dio.

    RispondiElimina
  6. ti comunico che dio è morto... ma poi è risorto!

    e quindi la pena di morte è una cazzata

    :)

    RispondiElimina
  7. Beh però poi scrivilo quelo post, adoro l'umorismo misogino

    RispondiElimina
  8. Lando Buzzanca che fa scoregge con l'ascella!? Ma 'fanculo a Dio e viva questa scena memorabile!

    RispondiElimina
  9. @Gattonero: ho smesso di seguire il tran tran mediatico, tanto non lo prenderanno più e la verità non emergerà mai (perchè non esiste, come dico sempre). Prendo la pastiglia va...
    @Kermit: una bomba al plastico
    @Amore: basta la morte, le torture consumano tempo e soldi
    @Bella: quindi sarebbe colpa nostra che andiamo a lavorare di notte e un terremoto fa crollare un capannone? Dovevamo fare un capannone antisismico? Non abbiamo soldi per mangiare e dobbiamo fare tutto antisismico? Allora sì, è colpa nostra. Che mandiamo i nostri figli mentre un pazzo criminale (credo creato da dio) li fa saltare in aria.
    @Anonimo: da oggi è colpa del Barbapapà rosa
    @Gio: intanto proviamoci...
    @Libby: condiriso
    @Emix: è già pianificato per lunedì
    @Pesa: è invecchiato tantissimo però

    RispondiElimina
  10. No... non è colpa nostra ma nemmeno di Dio...
    Le calamità naturali lo dice la parola stessa: Natura.
    E se qualche pazzo da esplodere le bombole a gas non è di sicuro l'arcangelo gabiriele travestito da bin laden!

    Dio mica gioca a scacchi con noi!
    Ma che film avete visto? Io credo che ognuno deve iniziare a prendersi le proprie responsabilità essere realista... incazzarsi pure.. ma sta cosa che è sempre colpa di Dio..... Anche NO.

    RispondiElimina
  11. @Bella: o credi in dio, allora la Natura è dio, oppure non ci credi, allora è tutta colpa della sorte, del fato, della casualità...
    Oppure potresti andare a spiegare a tutte le persone che non possono entrare in casa perchè stanno crollando di prendersi le loro responsabilità e di non provare a piangere.
    E che dio è buono e ci ama tutti.

    RispondiElimina
  12. Ultimamente c'è una tale rabbia e violenza verbale scritta in maniera oltretutto corretta. Una tale chiusura... Mi fa veramente paura. Ora capisco perché veramente qui sta andando tutto in malora. Non c' comunicazione e comprensione... È tutto uno scarica barile. Altro che dio... A me viene sempre più voglia di farmi gli affari miei che ci rischio pure un vaffa. I miei ossequi. E scusa i pensieri (i miei sono come i salmoni)

    RispondiElimina
  13. Il mio stato ideale non uccide.

    RispondiElimina
  14. I giornali: O è la mafia, o uno squilibrato.
    Già, perchè se invece fosse la malavita locale, si potrebbe parlare di gente equilibratissima.
    E poi 'sta storia della mafia che non uccide i bambini ed ha un codice d'onore mi ha davvero rotto le palle. Me ne sbatto di queste cazzate. Delle trattative.
    I codici penali esisteranno o no, in queste zone dimenticate da tutti?
    Ho finito.

    RispondiElimina
  15. Dio non esiste.
    La pena di morte è giusta per persone come quella.

    son d'accordo.

    RispondiElimina
  16. @Marina: ti manderò in esilio quando diventerò re
    @Ettore: più proiettili, anche per i giornalisti se è il caso
    @Bill: se dio non esiste, con chi dovrei prendermela?

    RispondiElimina

Licenza Creative Commons
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons