01/08/11

Non vediamoci. Immaginiamoci

La gente non si incontra nella vita reale. E' tutto virtuale, chatterino, blogger, commenti, Mi Piace, twitt, Ciao da dv dgt?, voto 10, voto 9, voto qui (marketta), sms...
Non ci si invita più a casa l'uno dell'altro come quando si era piccoli che era un continuo Giochiamo da me o da te? Mi è arrivato Winning Eleven 12 craccato (sostituite Winning Eleven con Gira la Moda se siete delle ragazze).
Mi duole dirlo ma la colpa è delle donne. Ebbene sì, soprattutto quando si convive.
Invitiamo Tizia e Caio?
No c'è la casa tutta sporca
Vabbè mica li invito per fargliela pulire...
------
Hai invitato loro 5? E cosa mangiamo che non c'è niente?
Vodka ne abbiamo, patatine ce le facciamo portare. Cosa manca?
No no digli che non se ne fa nulla devo preparare almeno una torta salata, un piatto di pasta, panini, tramezzini, salsicce...
Non facciamo il pranzo di nozze, è una aperitivo...
Io sono fortunato, LElisa non è maniaca dell'ordine e della pulizia e sostiene a gran voce il movimento Ape in da house. No non esiste, l'ho inventato io.
Allora è molto meglio "sentirsi". Ci sentiamo per un ape. Ma vedersi per bere non si può? A me l'alcool piace sentirlo dentro lo stomaco, non dentro il cervello (anche se è già così ma si chiama alcolismo e lo tratteremo un'altra volta).
Ci sentiamo su facebook che organizziamo un aperitivo. Troppo difficile dire "Da noi alle 20 e vaffanculo"? Tanto poi alla fine finisce che nessuno invita nessuno in casa propria perchè non è la Reggia di Versailles, i bar "normali" in 'sta maledetta città chiudono alle 20 (e poi comunque spendere 5 euro per un colpo non ne ho voglia) e si rimanda.
Si rimanda.
Si rimanda.
E non si beve più.

Ecco questo post è per sensibilizzare il consumo dell'alcool.

18 commenti:

  1. Da me la signora non provoca interferenze, però c'è anche che di suo non muove un dito per l'organizzazione, o si defila con un...allora organizzo con le amiche...
    Concordo sulla virtualità degli incontri, forse si ha paura di esser se stessi o più semplicemente non c'è chi si sacrifica alla sobrietà per riaccompagnare tutti a casa.

    RispondiElimina
  2. Non dire mai più la parola vodka se non vuoi un conato virtuale(vedi che nel virtuale c'è qualcosa di positivo?).

    RispondiElimina
  3. La marketta si intrufola ovunque... Viva lo Spritz!

    RispondiElimina
  4. Se si tratta di sensibilizzare al consumo alcolico io ci sto! Facciamo che ci si sente da qualche parte per organizzare qualcosa in qualche dove!

    RispondiElimina
  5. "Ape in da house" è invitante
    prova anche con "Negroni alle otto da me", funziona per ogni necessità. ;)
    E Fb puzza.

    RispondiElimina
  6. l'happyhour a casa mia è a qualsiasi hour, frigo vuoto o no, casa pulita o no (mai la prima!).


    http://donnaconipantaloni.blogspot.com/

    RispondiElimina
  7. Quando vivevo con mia cugina,l'ape in da house era d'obbligo prima di uscire...Diciamo pure che i primi anni era d'obbligo quasi ogni sera...Ora che vivo con 2 sconosciuti diciamo che le cose sono un po cambiate,ma la casa è sicuramente più pulita!

    RispondiElimina
  8. Ragno, drink responsibly ;)

    RispondiElimina
  9. Birra (Ichnusa) gelida in riva al mare durante un pomeriggio afoso, dopo una bella nuotata, sdraiato a prendere il sole. Penso non ci sia nulla di meglio.

    p.s. Quando parlo di birra (Ichnusa) intendo dalle 10 alle 20 bottiglie da 0.33 cl.

    RispondiElimina
  10. bu, l'aperitivo, nella mia testa, fa sempre il paio con fighetteria. preferisco la proposta-pesa. anche se non ho mai bevuto un'ichnusa.

    RispondiElimina
  11. Quando dici "Ape in da house", "ape" sta per "scimmia", vero?

    Paolo

    RispondiElimina
  12. @Mark: più comodo per tutti stare in poltrona parlando su Skype
    @Dolce & Notizie: lo spritz è cattivo
    @Polly: non c'è niente di meglio della vodka...
    @Sileno: genio
    @Cybsix: porto da bere
    @Patè: Ape in da house funziona praticamente sempre
    @Gio: L'importante è che sia happy
    @Violet: anche il tuo fegato è più pulito
    @Juliet: very responsibly...
    @Pesa: basta con sta birra!
    @ciku: tu non conosci le bettole che frequento io...
    @Anonimo: mi sembrava ovvio che sì

    RispondiElimina
  13. Oggi mi sento male pur io. :D

    RispondiElimina
  14. messaggio subliminale x il Ragno:
    vodka,
    martini rosso,
    campari.
    E ora:
    invitami..
    invitami....
    invitamiiiii!!!

    RispondiElimina
  15. Vodka in tazz-house!

    RispondiElimina
  16. 'Sti spritz hanno rotto le palle. Ragno, non si può dire "basta" alla BIRRA! E comunque viva il whiskey!
    P.s. scusa il ritardo ma...sono in vacanza. Hahaha.

    RispondiElimina

Licenza Creative Commons
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons